Edizioni Le farfalle


Vai ai contenuti


PHOTOGALLERY PRESENTAZIONE LIBRO "QUATTRO SCRITTORI, QUATTRO SICILIE"

___________________________
RECENSIONI

___________________________
APPUNTAMENTI

_____________________
AUTORI

_____________________
LE NOSTRE PUBBLICAZIONI


Scenario - 20 maggio 2018
Recensione di Lucia Tempestini relativa al libro
N'zuppilu n'zuppilu
di Giuseppe Condorelli

leggi...
_______________________________________________



l'Attacco - 17 maggio2018
Recensione di Antonio Motta relativa al libro
L'ora sospesa e altri scritti per artisti
di Vincenzo Consolo

leggi...
_______________________________________________



PaeseItalia - 5 maggio 2018
Recensione di Sergio Spadaro relativa al libro
L'ora sospesa e altri scritti per artisti
di Vincenzo Consolo

leggi...
_______________________________________________



la Repubblica - 18 aprile 2018
Recensione di Tano Gullo relativa al libro
L'ora sospesa e altri scritti per artisti
di Vincenzo Consolo

leggi...
_______________________________________________



Corriere della Sera - 13 marzo 2018
Recensione di Paolo Di Stefano relativa al libro
Vento traverso
di Anna Pavone

leggi...
_______________________________________________


Scenario - 19 febbraio 2018
Recensione di Giuseppe Condorelli relativa al libro
La ballata di Till
di Teresa Miccichè

leggi...
_______________________________________________

Nessun appuntamento

Giuliano Scabia
Canti brevi
_________________
Ivano Luppino
Sull'altare dell'ombra
_________________
Angelo Sturiale
Catalogo d'amore
_________________
Patrizia Trovato
La minore di tre
_________________
Sergio Palumbo
D'Arrigo, Guttuso
e i miti dello Stretto

_________________
Giuseppe Condorelli
N'zuppilu n'zuppilu
_________________
Luisa Adorno
Qualcosa anch'io
_________________
Orvoloson Sadinov
Alle onde al vento
_________________
E. Patti - C. Levi - G. Comisso - C. Sofia
Quattro scrittori
quattro Sicilie

_________________
Pietro Cagni
Adesso è tornare sempre
_________________
Sergio Palumbo
Tre sogni, tre racconti

_________________
Ornella Sgroi
Le conttradizioni del mentre
_________________
Anna Vasta
La prova del bianco
_________________
Calusca - A. Finocchiaro
Corrispondenze
_________________
Isidoro Aiello
Il mare di Senofonte
_________________
Marilina Giaquinta
Il passo svelto dell'amore
_________________
Franco Corradini
Angelo Scandurra
Fabulae
_________________
Innocenzo Carbone
L'imperfetto
_________________
Marinella Fume
Di madre in figlia
_________________
Silvana Grasso
Il cuore a destra

_________________

Senzio Mazza
Infime dissonanze

_________________
Manlio Sgalambro
L'illusion comique

_________________
T. Brancato - G. Frazzetto - P. Nifosi - A. Rocca
L'occhio di bronzo
_________________
Angelo Santangelo
Tra boschi di Fauno assonato
_________________
Vanni Speranza
Giocoliere di sogni

_________________
Santo Calì
Viggilia franciscana
_________________
Angelo Battiato
Canticu di' Cantici

_________________
Antonio Di Grado
Chi apre chiude
Dispacci e cimeli arenati nel web

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
NOVITA'
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Vincenzo Consolo
L'ora sospesa
e altri scritti per artisti


L'ora sospesa parla di pittori scultori fotografi architetti, e delle loro opere. Ma Vincenzo Consolo non è un critico d'arte: nel suo laboratorio ogni scritto di occasione può diventare occasione di scrittura, se non altro di riflessione sul proprio mestiere. E proprio qui ricade l'interesse del libro: perché segna le tappe di un'intera opera, perché insegna le modalità della scrittura e della manipolazione autoriale della stessa: perché offre, soprattutto per quel che riguarda i libri maggiori, le "prime forme" di alcune delle loro pagine più alte; perché ricostruisce – ma sta al lettore operare o meno questa ricostruzione – il retroterra dal quale parte in buona misura la poetica consoliana.

clicca per entrare

Anna Buoninsegni
Finché splendi amore


Una donna che confonde i tempi, le epoche, le chiama, butta date, nomi, e poi si incanta, in versi stupendi... E getta la testa di qua, di là, supplica i 'chirurghi del mattino'. Che bellissima poesia questa, che vertice di dolore e amore e parola...

Davide Rondoni dal risvolto di copertina


clicca per entrare

Teresa Miccichè
La ballata di Till


Se la memoria è una scheggia fissata nelle tenebre, Teresa Micciché, con ferma e tormentata emozione, su quel buio ha acceso un riflettore. Così, alla luce, le ombre riacquistano una dimensione"mobile".
E proprio attraverso questi movimenti Till prova a riconoscere la propria matrice e presumibilmente la propria identità.
Certamente a dettare questo testo, tanto intenso quanto impalpabile, non è il rimpianto o la rievocazione diaristica. Se una necessità emerge è quella dello scandaglio esistenziale: il destino che accomuna Dio, gli uomini, gli animali, gli alberi, ogni elemento dell'universo, è sortilegio che spiazza.
...

Angelo Scandurra dal risvolto di copertina


clicca per entrare

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Angelo Buscema
Dimmi cose belle
Fabiola, una trisomia di 33 anni


Questo libro di Angelo Buscema, è testimonianza che afferma la concretezza dell'amore come sentimento compiuto e condiviso. Al di là dell'affetto primordiale, paterno, queste pagine affrescano le gradazioni di un vissuto che si avvera come indivisibile: radice di un permanente e radioso sorriso. ...

Angelo Scandurra dal risvolto di copertina


clicca per entrare

Cetta Brancato
L'amore all'inferno


La scrittura di Cetta Brancato è attraversata da lampi azzurri che squarciano le declinazioni sull’amore: radicalmente lontana dalle polluzioni notturne di molti presunti poeti d’amore.Le sue parole, scelte con rigore angelico e luciferino, scavano un solco intimo e definitivo nel chiarore della pagina e si fanno spazio nell’intricato infinito chiamato amore con determinazione assoluta e grande coraggio. ...

Paolo Lisi dal risvolto di copertina


clicca per entrare

Ben Pastor
Il diavolo a Concord e altre storie


Ben Pastor è nota soprattutto per la saga di Martin Bora, il soldato-detective costantemente alle prese con il crimine e la propria coscienza. Tuttavia, esiste anche un'altra Ben Pastor – forse più appartata ma non per questo meno originale –, ed è quella delle ghost stories, di cui Il diavolo a Concord costituisce un esempio illuminante.
Dettati da un estro che rifiuta i luoghi comuni, i racconti fantastici della Pastor compongono un mosaico della nostra interiorità più riposta, colma di dubbi e stupori, dove l'heideggeriano "essere nel mondo", con tutta l'angoscia che ne deriva, trae conforto dalla coscienza che l'universo sfugge a ogni spiegazione esaustiva, e dal convincimento che laddove c'è mistero può esserci dannazione, ma anche salvezza. ...

Luigi Sanvito dal risvolto di copertina


clicca per entrare

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Ferdinando Scianna
Il dolore vissuto


…Compassione, "patire con", questa la parola chiave del libro, quaderno di appunti, taccuino di parole e immagini. Patisce Scianna con le persone che fotografa, le fotografa perché patisce, e cerca un senso a tutto questo. Le immagini ci stanno davanti come qualcosa d'altro, di alieno. ...

Marco Belpoliti dal risvolto di copertina


clicca per entare

Sergio Palumbo
Colapesce e altre leggende normanne di Sicilia


Furono i normanni a portare in Sicilia, al pari delle leggende del ciclo carolingio-bretone come quelle della Fata Morgana, di Artù nell'Etna e della città di Risa, il fantastico personaggio di Cola, metà uomo e metà pesce, su cui si è andata via via costruendo la più grande leggenda del mare. Da allora Colapesce ha fatto dello Stretto di Messina, dove la leggenda medievale si è intrecciata a preesistenti miti poseidonico-nettuniani della classicità, il palcoscenico ideale per le sue apparizioni. Simbolo dell'universale sfida tra l'uomo e il mare, modello di lunga permanenza sott'acqua in apnea, Cola rappresenta il tuffatore par excellence, una sorta di Peter Pan sommozzatore.

clicca per entrare

Anna Pavone
Vento traverso

Anna Pavone, come un funambolo s’incammina su un filo ad altezze sospese, perché solo a certe alture, non enfatiche ma interiori, si possono incrociare destini di petali. Con l’aria nel vento, soffio di detriti e profumi, che apre fenditure di cielo attraversate da sagome di pensieri quali pronostici di vita. ...


Angelo Scandurra dal risvolto di copertina

clicca per entrare

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Arianna Piermattei
Chi ruba il miele non si ferma ad accarezzare le api

La Piermattei non mira ad affermazioni di verità, né di certezze. Il suo è un interrogarsi, perciò si susseguono evenienze come in un documentario dov'è improbabile incontrare le espressioni "inizio" e "fine". L'essenza delle cose esiste oltre le parole. Così, il linguaggio resta compatto, durevole, faro acceso sul paesaggio dell'anima.


Angelo Scandurra
dal risvolto di copertina

clicca per entrare

Stefano Vilardo
Garibaldi e il Cavaliere
Storia, racconti e folclore di un paese della profonda Sicilia

Fanno sempre i conti con il periodo risorgimentale, prima o poi, i narratori di Sicilia. Magari, come in questo libro, citandolo nello scanzonato o variamente convinto garibaldinismo di alcuni personaggi secondari, ovvero scegliendolo da quinta mobile della burla giocata da un bizzarro Cavaliere, tal Salvatore Giorgio, aduso a macchinazioni facete d’ogni genere, e bisnonno dell’altrettanto Cavaliere protagonista.


Nicolò Messina
dal risvolto di copertina

clicca per entrare

Isidoro Aiello
Poesie scelte
(2004 - 2015)

Isidoro Aiello ha pubblicato altre raccolte di versi graditissime al pubblico e alla critica. Mi sembra dunque naturale che Angelo Scandurra, coraggioso poeta-editore di sogni e di delizie, riproponga oggi i testo più significativi dell'autore barcellonese; e ancor più naturale mi sembra che Isidoro chieda anche questa volta a me di imprimere a questa antologia il segno della mia stima e della mia amicizia nei suoi confronti. ...


Emilio Isgrò
dal risvolto di copertina

clicca per entrare


Torna ai contenuti | Torna al menu