Edizioni Le farfalle


Vai ai contenuti

D'Arrigo, Guttuso e i miti dello Stretto - Sergio Palumbo

NOVITA

__________________________________________________________________________________________________________

D'Arrigo, Guttuso e i miti dello Stretto

(saggistica)

__________________________________________________________________________________________________________





AUTORE: SERGIO PALUMBO

GENERE: SAGGISTICA

COLLANA: TURCHESE

PAGINE: 88

PREZZO: 12,00 €

ANNO DI PRIMA EDIZIONE: 2016

ISBN: 978-88-98039-23-4

COMPRA ONLINE

RECENSIONI
_________________________________



Paese Italia - 7 novembre 2016
Recensione di Sergio Spadaro relativa a libro
D'Arrigo, Guttuso e i miti dello Stretto
di Sergio Palumbo

leggi...
_______________________________________________



ANSA Palermo - 18 giugno 2016

Take relativo al libro
D'Arrigo, Guttuso e i miti dello Stretto
di Sergio Palumbo

leggi...
_______________________________________________


Centonove - 10 marzo 2016
Recensione di Giuseppe Ruggeri relativa ai libri
Tre sogni, tre racconti
D'Arrigo, Guttuso e i miti dello Stretto
di Sergio Palumbo


leggi...
_______________________________________________

_________________________________________________________________________________________________________
RISVOLTO DI COPERTINA
_________________________________________________________________________________________________________

L'idea di Horcynus Orca, il romanzo pubblicato nel 1975 da Stefano D'Arrigo, nasce poco più di un quarto di secolo prima a Scilla, sullo Stretto di Messina, nell'ambito di un progetto non codificato con Renato Guttuso tra pittura e scrittura. Grazie alle ricerche di Sergio Palumbo su testi risalenti al 1949 dei due artisti, emerge il comune impegno di rivisitare miti classici, leggende e racconti popolari legati al microcosmo dello Scill'e cariddi. Secondo il modello gramsciano dell'intellettuale organico e il messaggio etico vittoriniano di ricostruzione spirituale e materiale dell'Italia post-fascista, al centro del progetto sono l'uomo e il riscatto degli umili lavoratori, nuovi eroi del tempo moderno. Tra il '49 e il '50 Guttuso dipinge a Scilla pescatori, marine e battute di caccia al pesce spada. Da lì si consolida il suo realismo sociale e contemporaneamente parte l'avventura letteraria dell'Horcynus di D'Arrigo. Qui gli scenari reali e quelli omerici, le figure mitiche e i marinai dello Stretto descritti, sono in fondo gli stessi immortalati nei quadri guttusiani. Nell'opera di Guttuso gli effetti artistici del neorealismo sono chiari e immediati, non lo sono invece in quella di D'Arrigo. Sin dalla prima stesura dell'Horcynus infatti lo scrittore si allontana dalle suggestioni estetiche della "Scuola di Scilla", ma suoi coevi scritti giornalistici riguardanti i dipinti realizzati da Guttuso e Omiccioli sullo Stretto si possono considerare come una sorta di taccuino d'appunti in cui espressioni linguistiche e spunti tematici torneranno ben definiti nell'edizione risolutiva del romanzo.

_________________________________________________________________________________________________________
BIOGRAFIA
_________________________________________________________________________________________________________

Sergio Palumbo, giornalista e documentarista messinese, come autore e critico letterario è presente con proprie opere nelle più autorevoli biblioteche e università del mondo. Nel suo archivio custodisce un epistolario con alcuni dei maggiori intellettuali italiani contemporanei ( www.sergiopalumbo.com).
Ha organizzato mostre documentarie e bibliografiche, ha curato cataloghi, antologie e carteggi fra cui Eugenio Montale,
Lettere a Pugliatti. Montale e la critica nel carteggio con Salvatore Pugliatti e tre lettere di Elio Vittorini (1986). Ha realizzato inoltre programmi radiofonici per la Rai. Suoi documentari televisivi sono stati trasmessi da Raitre. È autore della più completa bibliografia critica nell'integrale ristampa per le edizioni Scheiwiller dell'opera poetica di Lucio Piccolo (2001). Tra i suoi saggi in volume: Una polemica fra Vann'Antò e Pasolini (1988), L'altra faccia dell'isola. Incontri con Leonardo Sciascia (1996); Montale e la Sicilia, alla scoperta di nuovi talenti (1998); L'impetuosa giovinezza di antiborghesi senza rimedio. Fascismo e afascismo nella stampa messinese degli anni Trenta (1999); I Piccolo di Calanovella (2001), Strategie e schermaglie sul quasimodismo nel carteggio con Glauco Natoli (2003); La quarta dimensione di Beniamino Joppolo (2010). Ha pubblicato il suo primo libro di narrativa Tre sogni, tre racconti (2015) nella collana rossa delle edizioni "Le farfalle".


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu